domenica 16 gennaio 2011

Due Mea Culpa particolari










Ciao a tutti, iniziamo quest'anno dove si celebreranno i 50 anni della morte dell'immortale nostro con un piccolo post bibliofilo, presentando due edizioni particolari di Mea Culpa:

Mea Culpa edito in ediz. numerata da All'insegna del pesce d'oro (con un ritratto opera di S. Scheiwiller), Milano 1975. La mia copia (n° 541 su 1.000 tirate) ha la particolarità di avere il testo con numerose revisioni a matita di Aldo Buzzi (1910-2009) .

Mea Culpa edito in ediz. numerata da Edizioni del Sole Nero, Amsterdam (luogo di edizione probabilmente fittizio), 1981.

7 commenti:

Daniz ha detto...

Mea Culpa è stato un sublime atto d'amore di Céline nei confronti dell'incrollabile onestà intellettuale che lo caratterizzava. Nessuno gli chiedeva di fare macchina indietro a quel modo, tanto più che il Viaggio non inneggiava al comunismo, era stato altresì céline stesso a definirlo tale (e direi che ci metterei le virgolette). Céline però non amava le ambiguità sul proprio conto d'artista... e forse questo pamphlet gli ha nuociuto più dei poemi prebellici. Ve li immaginate i nostri maitre a penser spingersi fino a tanto? sééé, Streghe, Indiani, Lippe, Kundera a memoria e gozzoviglie in carriola. E' il fuocherello e il bivacco che i pennivendoli non si fanno scappare, giustamente. Quando hai una penna come quella di Céline vuoi servirla al pieno della libertà che puoi conquistarti, ecco dove nasce Mea Culpa, dalla libertà del dire.
quando ti chiami Piperno... ti fai le pippette su... la penna è un palliativo... opzionale.

guignol ha detto...

...tra un po' Daniz ti querelano, Piperno e gli altri...

Anonimo ha detto...

BRAVO DANIZ,hai centrato perfettamente il nostro FERDINAND!!!

Meridiano ha detto...

ricordo che quando ho letto Mea Culpa ho escalmato: ma questo scrive le cose che pensa, cazzo! Grandioso!

johnny doe ha detto...

A LFC ha nuociuto sempre tutto,l'onestà intellettuale ha questo prezzo.
Mea Culpa,altra carne da arrostire per la banda di tartre e aragon.

Comunque,thanks for info,andrea.

guignol ha detto...

in Francia casini in vista per il 50° anniversario della morte, sembra che il sindaco di Parigi si sia riferito a Céline come ad un "perfetto bastardo", par exemple, e si sprecano gli articoli...tutto nasce da un tale, presidente dell'ennesima associazione dei deportati ebrei di Francia, che si oppone decisamente alla celebrazione di LFC, chiede che venga cancellato dalla lista, addirittura si auspica l'intervento di Sarkozy!!!
non ha niente altro a cui pensare questo Serge Klarsfeld? mi tengo per me certe considerazioni, e comunque vedere per credere sul sito de Il petit célinien.
siamo al 20 gennaio, al 1 luglio è ancora lunga, che ci si deve aspettare? io continuo a leggermi gli articoli imprecando a mezza voce e scuotendo la testa, sembro un po' pazza...

saluti

Admin ha detto...

Ciao Guignol, ho creato un post apposta:

http://lf-celine.blogspot.com/2011/01/polemiche-in-francia-klarsfeld-vs.html