mercoledì 14 aprile 2010

Lettere dall'esilio: Milton Hindus





Da: Louis-Ferdinand Céline
Lettere dall'esilio 1947-1949
1992, Rosellina Archinto Editore, Milano

Milton Hindus ebreo americano fu professore di letteratura all'Università di
Chicago e recensore entusiasta di Mort à Credit.
Fu tra i firmatari della petizione a favore di Céline nel 1947 lanciata
dall'avvocato Julien Cornell sottoscritta da un gruppo di intellettuali
americani tra cui Henry Miller, Edgard Varèse, Robert Parker e l'editore James
Laughlin.

Scheda di Harm Wulf, che ringraziamo!

Hindus (a destra) fu autore della biografia di Céline The crippled giant, che non risultò gradita a Céline, portando a una rottura del rapporto tra i due.

4 commenti:

Alexander Ninidze ha detto...

"Il caffe` e le calze"...mi sembra di ricordare che il rappotro tra Celine` e Hindus sia ben descritto da Marina Alberghini nella sua dettagliata biogragia. Hindus apparteneva a quella specie di studiosi che voleva sfruttare la sua conoscenza con un genio per effettuare la propria crescita professionale. Poi quando Hindus venne in Danimarca rimase scioccato da Celine` perche` credeva di vedere chissa` cosa e invece ha incontrato un uomo forte si` ma stanco e ferito, costretto a vivere in miseria. A volte penso che sia un bene che su Celine` e sue opere siano scritti pochi libri. Meglio cosi`.

guignol ha detto...

io anche ho letto la biografia della Alberghini, bella bella bella, e mi ricordo di un povero Hindus, con i commenti assolutamente fuori luogo sul suo diario, quando era in Danimarca...che tristezza! che dimostrazione di pochezza davanti a una persona così "incasinata" com'era Louis allora...e va beh! intanto lui lo ha conosciuto e ha solo tutta la mia invidia!

Anonimo ha detto...

FANTASTICA la LETTERA di Louis Ferdinand !
argos

stefanofiorucci ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.